Industria 5.0

Il Piano di Transizione 5.0 si propone di incentivare le imprese che si impegnano nella trasformazione digitale ed energetica, allocando risorse pari a 6,3 miliardi di euro per promuovere l’innovazione digitale, la sostenibilità e l’efficienza energetica. In confronto al Piano 4.0, le aliquote previste sono più elevate e aumentano gradualmente (35%, 40%, 45%) in base al livello di efficienza raggiunto, mentre il tetto massimo di spesa agevolabile aumenta da 20 a 50 milioni di euro.

Aliquote

Queste le aliquote:
.. 35% per un risparmio sul processo almeno del 5%; su intero stabilimento almeno del 3%
.. 40% per un risparmio sul processo superiore al 10%, su intero stabilimento almeno del 6%
.. 45% per un risparmio sul processo superiore al 15%, su intero stabilimento almeno del 10%

Beni agevolabili trainanti

La logica è che i beni strumentali materiali devono essere 4.0 (Allegato A, legge n.232/2016) e in più permettere un risparmio energetico.
Sono agevolabili anche i software (Allegato B, legge n.232/2016) rientranti in 2 specifiche categorie sempre relative al risparmio energetico.
Sono agevolabili tutte le soluzioni che permettono di ridurre gli assorbimenti elettrici in relazione alla produttività, quindi:
.. introduzione di soluzione per l’aumento della produttività senza aumentare i consumi;
.. introduzione di soluzioni per la riduzione degli assorbimenti energetici su singolo processo o sull’intero stabilimento

Beni agevolabili trainati: Fotovoltaico o impianti di produzione dell’energia da fonti rinnovabili (eolico, idrico)
Si può avere inoltre una maggiorazione dell’aliquota in caso di installazione di fotovoltaico, che risulta un investimento trainato. Il valore di imponibile agevolabile dell’impianto può essere aumentato a seconda dell’efficienza dei moduli.
.. 120% per moduli con efficienza 23,5%
.. 140% per moduli con efficienza 24%
I moduli (pannelli fotovoltaici) devono essere prodotti in UE.

Formazione
Sono agevolabili anche i costi per la formazione del personale nell’utilizzo delle nuove tecnologie, per un valore pari al 10% degli investimenti.
Le docenze devono essere svolte da un’ente esterno che può essere agevolato.

Le agevolazioni servono per portare soldi alle imprese. Puoi inviare una mail a info@gruppoingegneria.it

Agevolazione azienda

Leggi il nostro articolo su La Rivoluzione Industria 5.0